Giovedì, Dicembre 08, 2016
feed-image Segui

News

News

Due migranti sbarcati a Lampedusa ricoverati in Rianimazione per avvelenamento da monossido di carbonio

Due migranti, sbarcati ieri a Lampedusa, saranno ricoverati stamattina nelle unità' operative di Rianimazione dell'Azienda Ospedaliera Civico. Uno, sta per arrivare con un elicottero del 118, e andrà in seconda rianimazione. L'altro migrante e' già' giunto a Palermo, si trova al Policlinico dove è sottoposto a un trattamento di camera iperbarica, e più' tardi sarà' trasferito nell'unita' operativa di Prima Rianimazione dell'Ospedale Civico. Entrambi sono in gravi condizioni per un avvelenamento da monossido di carbonio. Sono stati rinvenuti all'interno della stiva dell'imbarcazione. L'Azienda Ospedaliera Civico, diretta da Giovanni Migliore, rilancia e potenzia, dunque, il suo ruolo di punto di riferimento nella gestione delle emergenze e delle urgenze, coordinando la collaborazione multidisciplinare tra le unità' operative, e con il 118.

Il direttore sanitario del presidio Civico, Giorgio Trizzino.

Nuovo Oncologico: sospesa l'attivita'. 14 pazienti trasferiti in Lungodegenza

E' stata sospesa nel pomeriggio l'attività' nel nuovo ospedale Oncologico dell'Azienda Ospedaliera Civico, inaugurato il 9 dicembre scorso.
La decisione e' stata presa in autotutela dal direttore generale, Giovanni Migliore, in seguito alla mancata ottemperanza dell'Azienda a una prescrizione effettuata dai Vigili del Fuoco con un verbale redatto dopo un sopralluogo nella struttura lo scorso aprile.14 pazienti dell'unità' operativa di Oncologia Medica saranno trasferiti domani mattina in alcune stanze, al momento non utilizzate, nell'unita' operativa di Lungodegenza,  a pochi metri dal reparto finora occupato. Non ci sarà' alcuna riduzione dell'attività'.
Nel  nuovo oncologico  erano state aperte solo le unità' operative di Oncologia e di Terapia del dolore.
" Abbiano attuato tutte le procedure- sottolinea il direttore generale, Giovanni Migliore- per verificare lo stato dei lavori effettuati nel nuovo Oncologico, questo ci consentirà' di dare un nuovo slancio per l'effettiva apertura e il trasferimento di altre unità operative, la chirurgia oncologica, la medicina nucleare, l'urologia".

"Digitalizzazione e rilancio dell'alta specializzazione". Il direttore generale ha incontrato i primari

Digitalizzazione, efficientamento energetico, affermazione dell’alta specializzazione. Sono alcuni degli obiettivi su cui punterà il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Civico, Giovanni Migliore, che stamattina ha incontrato i direttori delle unità operative, insieme al direttore amministrativo, Vincenzo Barone, per illustrare i punti chiave del suo programma.

“Ritengo che occorra partire da alcune parole chiave - afferma il direttore generale - responsabilità, crescita, e equità di accesso, devono rappresentare i cardini attorno a cui ruoterà il processo di organizzazione di una struttura complessa come l’Arnas Civico, processo che seguirà alcuni passaggi fondamentali che vanno dall’intensità di cura alla piattaforma produttiva, dal sistema informativo da rendere efficiente, ai nuovi criteri per la gestione dei posti letto, delle sale operatorie, e degli ambulatori”.

Il direttore amministrativo, Vincenzo Barone, ha sottolineato il “ruolo centrale della programmazione amministrativa come punto di forza di una direzione che crede nel gioco di squadra”.

Al personale sarà inviato un questionario sulla valutazione dei servizi offerti dall’Arnas Civico, in cui sarà possibile avanzare proposte e suggerimenti per finalizzare il percorso da intraprendere.  

Delibere consultabili on line. Il Dg Migliore: scelta nell'ottica della trasparenza e della legalità

Dal 4 luglio le delibere dell’Azienda Ospedaliera Civico sono consultabili on line. Lo ha disposto il direttore generale, Giovanni Migliore, appena si è insediato.

Collegandosi al sito, all’indirizzo www.arnascivico.it, e cliccando a sinistra sul link “delibere”, si accede agli atti amministrativi pubblicati in allegato.

“E’ una scelta immediata che ho fatto - sottolinea Giovanni Migliore - per adempiere agli obblighi di legge previsti dal decreto legislativo 33 del 2013 sulla trasparenza e la diffusione delle informazioni della pubblica amministrazione. L’obiettivo è un’azione amministrativa efficace e appunto trasparente, al servizio del cittadino e di un utente che ha il diritto di consultare gli atti dell’Amministrazione in maniera integrale, soprattutto in tempo reale, senza doversi recare necessariamente in ospedale. Dobbiamo riqualificare il dialogo tra istituzione e cittadino, a partire dall’informazione più significativa, la delibera, per poi procedere sulla stessa linea anche con altri atti amministrativi. Recupereremo, inoltre, il gap iniziale, abbiamo infatti iniziato a pubblicare anche le delibere pregresse”.  

Pagina 2 di 3