Venerdì, Dicembre 09, 2016

Medicina e chirurgia di accettazione e d'Urgenza

Telefono per informazioni Pronto Soccorso: 0916665517- 0916665526 - 0916665519 

Posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Piano terra del padiglione 8 “Emergenze”

Telefono per informazioni Medicina d’urgenza: 0916665597 – 0916665590- 0916665593 (coordinatore infermieristico)

5° piano del padiglione “Emergenze”

Medici: dott. Agostino Geraci, dott. Roberto Candore, dott. Salvatore Amico, dott. Vincenzo Pio Trapani, dott. Filippo Priolo, dott. Antonino Griffo, dott. Rosario Leone, dott.ssa Renata Pezzati, dott. Maurizio Liquori, dott. Giovanni Farro, dott. Agostino Racalbuto, dott.ssa Elvira Pupella, dott.ssa Chiara Scarsi, dott.ssa Filippina Cappellino, dott.ssa Maria Santangelo, dott. Santi Lauria, dott. Maria Zambito,dott.ssa Alessia Lo Verde, dott. Antonino Monteleone, dott.ssa Provvidenza Taibi, dott. Francesco Onorato, dott.ssa Maria Raffaella Hopps, dott. Fabio D'Antona, dott. Giuseppe Follone, dott.ssa Rosanna Giaramidaro, dott. Antonio Galioto, dott.ssa Giuliana Cerruto 

Coordinatore infermieristico Pronto Soccorsosig.ra Nazarena Costanza, sig.ra Patrizia Madonia,

Coordinatore del personale infermieristico Medicina d’urgenzasig.ra Carmela Giallombardo

Principali attività assistenziali dell’unità operativa:

  • Accoglienza al Pronto Soccorso dopo triage per codice di priorità (codice colore) perdiagnosi e primo trattamento delle urgenze ed emergenze
  • Ammissione in Osservazione Breve Intensiva (O.B.I.): per quei pazienti per i quali, al fine di operare dimissioni più sicure, è necessario protrarre l'osservazione clinica oltre le 6 ore e fino alle 24 ore
  • Ricovero in Medicina d’urgenza (U.O. ad alta intensità di cura) perpazienti provenienti dal Pronto Soccorso o da reparti di degenza ordinaria, con definiti criteri di appropriatezza (clinici e parametrici), che necessitano di monitoraggio multiparametrico e stabilizzazione delle condizioni cliniche. La permanenza è di norma non superiore alle 72 ore, dopo le quali il paziente potrà essere dimesso oppure essere trasferito nel reparto specialistico di competenza se necessario approfondimento diagnostico o proseguimento delle cure.